Blitz della Guardia di finanza al comune di Vercelli: l’inchiesta aperta dalla procura riguarda l’affidamento del ruolo di coordinatore delle iniziative locali per Expo. A vincere il bando effettuato dall’amministrazione comunale è stato Francesco Brugnetta, professore del liceo scientifico Amedeo Avogadro ed artista vercellese, che poco dopo aveva rinunciato al ruolo. A denunciare la nomina, a febbraio, per tempi e modi era stata la minoranza in Consiglio comunale:”Il nome del nuovo coordinatore artistico di Expo era già noto prima della nomina”.

Non è la prima volta che la procura si presenta nel municipio di Vercelli: era successo già lo scorso maggio. Sotto la lente d’ingrandimento dei magistrati c’è anche l’iter di affidamento della stagione teatrale 2014/2015 all’associazione “Il Contato del Canavese”. Dopo due ore di perquisizioni, i finanzieri hanno sequestrato quattro computer e un faldone di documenti dall’ufficio Sviluppo urbano ed economico.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Expo, all’istituto in conflitto d’interesse contratto da 1,3 milioni senza gara

prev
Articolo Successivo

Expo, gonfiate le cifre dei visitatori? Dopo dati Atm anche assessore del Comune di Milano chiede trasparenza

next