E’ piombato sulla folla con il suv a 100 Km/h. Ha ucciso tre persone, tra cui un bambino di 7 anni, e ne ha ferite 34, almeno una delle quali è in pericolo di vita. Per questo un uomo è stato arrestato a Graz, in Austria. I media austriaci riferiscono che l’uomo, probabilmente un giovane di origini bosniache, ha volontariamente guidato il mezzo orientandolo verso i passanti. Aspetto questo, confermato anche dal sindaco della città, Siegfried Nagl. Secondo alcuni testimoni poi, avrebbe colpito a caso, facendo in modo che il suv travolgesse quante più persone possibile. I media austriaci dicono anche che l’uomo era armato di coltello. E con l’arma ha minacciato gli agenti che poi sono riusciti a fermarlo. Il capo della polizia regionale Josef Klamminge intanto, ha escluso che dietro al fatto ci sia la pista del terrorismo: “Nessun fanatismo come movente. Si tratta di una psicosi con risvolti familiari”.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Giornata mondiale rifugiati 2015, contro la logica del ‘non si fa nulla’

prev
Articolo Successivo

Regno Unito, l’austerity di Cameron taglia sanità e scuola: la protesta di 250mila cittadini

next