Commosso ricordo di Enrico Berlinguer, indimenticato segretario del Pci, attraverso le parole di sua figlia Bianca, intervistata da Michele Santoro. La giornalista ricorda le parole pronunciate in famiglia dal padre il giorno in cui è stato sequestrato Aldo Moro: “Il giorno in cui è stato sequestrato Aldo Moro non lo dimenticherò mai . Mio padre era convinto che non si dovesse trattare con i terroristi di Moro”. E rivela: “Ha cresciuto me e i miei fratelli come ragazzi normali, bisogna tenere conto del fatto che mia madre, ad esempio, era una cattolica credente e praticante: il loro incontro fra diversi l’ho sempre vissuto come un evento, è la massima espressione di libertà”. La direttrice del Tg3 racconta del modo in cui Giorgio Almirante omaggiò l’avversario Berlinguer ai suoi funerali. Poi racconta: “Mio padre ci mise tre giorni e mezzo a morire”. E con Santoro ricorda che il fratello Marco non volle che Craxi entrasse in sala rianimazione perché Enrico Berlinguer non avrebbe voluto farsi vedere in quelle condizioni. E, infatti, gli stessi fotografi accorsi in ospedale non scattarono neanche una foto

Sostieni ilfattoquotidiano.it: se credi nelle nostre battaglie, combatti con noi!

Sostenere ilfattoquotidiano.it vuol dire due cose: permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, gratuito per tutti. Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte per portare avanti insieme le battaglie in cui crediamo con idee, testimonianze e partecipazione. Il tuo contributo è fondamentale. Sostieni ora

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Servizio Pubblico, Renzoni: “Ci sarà una terza retata di Mafia Capitale con parlamentari Pd coinvolti”

next
Articolo Successivo

Servizio Pubblico, docufiction. Buzzi: “Le tangenti? Un lavoro politico”

next