Stazione Cadorna, via Carducci, pieno centro di Milano. Ecco le immagini del giorno dopo il corteo NoExpo, dove centinaia di black bloc hanno devastato vetrine della posta, di negozi e banche. Tanti i muri imbrattati con le scritte, da NoExpo a NoTav, che i dipendenti dell’Amsa stavano ripulendo. In mattinata erano ancora in strada anche alcune delle auto bruciate.

di Eleonora Bianchini e Alessandro Madron

Sostieni ilfattoquotidiano.it: se credi nelle nostre battaglie, combatti con noi!

Sostenere ilfattoquotidiano.it vuol dire due cose: permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, gratuito per tutti. Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte per portare avanti insieme le battaglie in cui crediamo con idee, testimonianze e partecipazione. Il tuo contributo è fondamentale. Sostieni ora

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Expo 2015: oltre i black bloc, sui temi dell’alimentazione esiste anche un dissenso costruttivo

next
Articolo Successivo

Expo 2015: e Farinetti mi mandò a quel paese…

next