Dimenticatevi ragazzotti che sfrecciano in sella a motorini per consegnarvi la vostra agognata pizza margherita o gli involtini primavera, perché ora il cibo a domicilio ve lo porta addirittura Beyoncé. O quasi. Infatti non sarà ovviamente la superstar del pop ad occuparsi delle consegne (cosa che farebbe inevitabilmente impennare le ordinazioni alle stelle), ma c’è effettivamente lei dietro al lancio di una nuova attività commerciale che prevede il confezionamento e il recapito a casa di pasti con caratteristiche molto precise: si tratta infatti di pietanze rigorosamente vegane.

La cantante ha annunciato il suo nuovo business che la vede al fianco del suo personal trainer Marcos Borges, che già le aveva fatto da guida nelle scelte nutrizionali di impronta vegan delle quali la star è ormai una ferma sostenitrice. Era stato infatti su invito e con il supporto di Borges che Beyoncé, insieme al marito, il rapper Jay-Z, si era sottoposta nel 2013 alla “22 days vegan challenge”, un progetto che l’aveva introdotta a questo tipo di alimentazione (il nome deriva dal fatto che 22 giorni è il periodo che occorrerebbe per cambiare le vecchie abitudini in cucina e adottarne nuove e più salutari): «Sono davvero grata a Marcos per avermi coinvolto allora in quella sfida e di avermi guidata con il suo esempio – ha commentato Beyoncé – lui, grazie al suo stile di vita sano, è la persona più energica che conosco. E ha creato un programma in grado di motivare le persone per spingerle a scelte nutrizionali migliori. Se ci sono riuscita io, possono farlo tutti».

E proprio da questa passata esperienza sembra prendere spunto il nome della nuova impresa, chiamata 22 Days Nutrition vegan meal delivery. L’attività, ispirata ai principi dei programmi dietetici predisposti da Borges, propone pasti 100% vegani, confezionati con ingredienti organici e privi di sostanze OGM, glutine, soia e latticini. Prevede tre differenti opzioni che offrono da uno a tre pasti al giorno e il prezzo di ognuno oscilla tra gli 8,50 e i 14 euro circa. Diverse possibilità per un’impresa che punta anche ad un’opera di sensibilizzazione: «Sono entusiasta di poter condividere i benefici di questo tipo di dieta con tante persone – ha commentato Marcos Borges – tutti ne conosciamo i vantaggi ma siamo spesso intrappolati da cattive abitudini che sabotano il nostro benessere. Col nostro programma è più semplice cambiare i propri comportamenti con cibi sani e deliziosi».

www.puntarellarossa.it

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

“The Cinema Show”: in mostra a Modena un secolo di scatti dedicati alla settima arte

next
Articolo Successivo

Yoga, l’importanza della pratica quotidiana

next