“Abbiamo dato un altolà nel percorso delle riforme causato dalla mancanza di convergenza sul prossimo presidente della Repubblica“. Parola di Paolo Romani, capogruppo di Forza Italia al Senato. “E’ un momento complicato e Renzi – continua – non ha ancora incassato il sì definitivo né sulla legge elettorale, né sulla riforma del Senato. Oggi il premier ha tre maggioranza: una per il Colle, una per il governo e una per le riforme. Ho l’impressione che debba mettere un po’ d’ordine, perché non può portare a casa tutto”. Sul fronte della candidature, il senatore azzurro Antonio Razzi dice: “Matterella è una persona che stimo, ma ha un grande difetto: non ride mai. Al termine del suo mandato Napolitano ha ammesso di aver riso poco, adesso avremmo un altro presidente senza il sorriso che fa bene al cuore e al Paese”  di Annalisa Ausilio

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Mattarella, quando la Margherita raccolse firme false per candidarlo a Bolzano

next
Articolo Successivo

Elezione Presidente della Repubblica, i risultati della seconda votazione

next