Abu Taluut, il governatore dell’Isis di Mosul, nel nord dell’Iraq, è rimasto ucciso nei raid della coalizione internazionale”. Lo ha affermato la polizia irachena ai microfoni della Cnn. Il raid sarebbe avvenuto il 25 dicembre a Qayyara, a 18 miglia a sud di Mosul.

Taluut è il secondo governatore della città irachena ucciso in un raid aereo nel giro di 25 giorni. La stessa sorte era toccata infatti al suo predecessore, Radwan Taleb Al-Hamdouni.

Nelle stesse ore, sei raid messi in atto dall’aviazione siriana, hanno ucciso quasi quaranta civili in due villaggi nel nord controllati dall’Isis. Tra i morti ci sono anche sette bambini. Lo ha riferito l’osservatorio siriano per i diritti umani, Ondus, basato a Londra, che ha precisato che, tra gli oltre cento feriti, “molti sono in gravi condizioni”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te

In questi tempi difficili e straordinari, è fondamentale garantire un'informazione di qualità. Per noi de ilfattoquotidiano.it gli unici padroni sono i lettori. A differenza di altri, vogliamo offrire un giornalismo aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per permetterci di farlo. Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

The Interview, Tokyo rafforza accordi internazionali su sicurezza informatica

next
Articolo Successivo

Tsunami Indonesia, l’anniversario con commemorazioni in tutta l’Asia

next