La McLaren-Honda ha ufficializzato l’ingaggio di Fernando Alonso. Il pilota spagnolo correrà la prossima stagione insieme a Janson Button per la scuderia inglese. Lo ha annunciato la scuderia di Woking sul suo sito web. Il danese Kevin Magnussen sarà il test driver e pilota di riserva. “Tutti e tre gli i piloti giocheranno un ruolo cruciale nel riportare ai vertici una delle scuderie più rappresentative dell’automobilismo mondiale” ha scritto la McLaren, che il prossimo anno tornerà ad avere i motori Honda. “Nel 1988 questa partnership – hanno ricordato – ha portato Ayrton Senna e Alain Prost alla vittoria in 15 delle 16 gare stagionali”.

Con Alonso e Button, la scuderia inglese vuole rivivere i fasti della coppia dei due leggendari piloti degli anni ’80. E proprio ad Ayrton Senna sono state dedicate le prime parole di Alonso dopo la firma con le frecce d’argento: “Non ho mai nascosto la mia profonda ammirazione per Ayrton, il mio pilota preferito, il mio idolo in pista, il mio riferimento. Io ricordo ancora che da bambino avevo i poster nel mio armadio, le macchinine e anche il kart che mio padre costruì per mia sorella maggiore, ed ho finito per innamorarmi. E con tutto questo, sognavo un giorno di emularlo. Il kart – ha ricordato lo spagnolo – aveva i colori di una delle più leggendarie collaborazioni nella storia della Formula 1, McLaren-Honda, la monoposto che Ayrton ha pilotato, ed è la stessa collaborazione a cui io ora ho l’onore di far parte per il prossimo Campionato del Mondo di Formula 1“.

“Mi unisco a questo progetto con entusiasmo e determinazione, sapendo che ci sarà bisogno di tempo prima di ottenere i risultati che stiamo cercando, cosa che non mi preoccupa – ha aggiunto l’ex pilota della Ferrari -. Ho ricevuto diverse offerte lo scorso anno. Alcune erano molto allettanti, visti gli attuali risultati di alcune delle squadre che mi hanno contattato. Tuttavia, più di un anno fa, la McLaren-Honda mi ha chiamato per capire se volevo partecipare attivamente al progetto e al gruppo che aveva dominato per tanto tempo in F1“.

Per Fernando Alonso si tratta di un ritorno nella scuderia inglese. Nel 2007 aveva guidato la freccia d’argento in un mondiale caratterizzato dalla Spy story tra la McLaren e la Ferrari. Quest’ultima aveva poi vinto il titolo iridato con Kimi Raikkonen. Il pilota spagnolo decise di tornare alla Renault dopo un solo anno, visto il dualismo con l’allora compagno di squadra Lewis Hamilton, attuale campione del mondo in carica alla guida della Mercedes.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Ferrari, Sebastian Vettel in rosso. Primo weekend a Maranello

prev
Articolo Successivo

Fernando Alonso, incidente in prova a Barcellona: smentito il malore

next