“Pensavano di accorciare le ferie ai magistrati, invece, probabilmente ce le hanno allungate: dilettanti allo sbaraglio“. Così Piercamillo Davigo, giudice di Cassazione, spiega come le ferie dei magistrati siano state tagliate solo “per i magistrati fuori ruolo”, durante una convention sulle riforme organizzata a Firenze dall’associazione Liberacittadinanza dal titolo ‘Riforme contro la Costituzione?‘. Poi aggiunge: “Nella norma hanno detto che i giorni di ferie devono diventare netti. Quindi io devo smettere di fare udienza 15 giorni prima e – prosegue Davigo – comincerò 15 giorni dopo. Dunque (i giorni di ferie, ndr) da 45 diventano 75“. Infine, sui tempi della giustizia civile, afferma: “Quella diventata legge secondo me, non è idonea a ridurre il contenzioso civile”  di Max Brod

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Sanitopoli Umbria, ex presidente Lorenzetti condannata a 8 mesi

next
Articolo Successivo

Diritto di famiglia, urge una regolamentazione moderna. Ecco qualche proposta

next