Una rivoluzione nel mondo di Twitter. Il gigante californiano ha annunciato che riconfigurerà il flusso dei tweet in funzione della loro “pertinenza” e non più in base alla cronologia. Un cambiamento che avvicinerà il social network al rivale Facebook. Il flusso dei tweet consultati potrebbe così comprendere anche cinguettii di persone che gli utenti non avevano scelto di seguire. Inoltre non sarà più possibile tornare al flusso cronologico.

Per ora il progetto è solo sperimentale e non coinvolgerà il 100% degli utenti. Difficile prevedere le conseguenze della rivoluzione sull’utilizzo del social network da parte di clienti abituati ad un’organizzazione delle informazioni in tempo reale. Ma è bastato l’annuncio della partenza della fase test per far scatenare gli utenti, che hanno inviato alla società di San Francisco numerosi inviti a desistere dal suo progetto.

Commenti - Non perdere ogni mattina gli editoriali e i commenti delle firme Fatto Quotidiano.

ISCRIVITI

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili

RIVOLUZIONE YOUTUBER

di Andrea Amato e Matteo Maffucci 14€ Acquista
Articolo Precedente

IT: Cloud e Big data volano, ma il mercato è in stagnazione

next
Articolo Successivo

Alien: Isolation, dopo trentacinque anni la creatura di Ridley Scott torna a fare paura

next