Nel Pd non manca chi si oppone a Matteo Renzi. Pippo Civati, Pier Luigi Bersani e Gianni Cuperlo non esitano a criticare il Jobs Act per difendere i diritti dei lavoratori, il “grande patrimonio della sinistra”. Ma quando arriva in assemblea il presidente del Consiglio, supereroe coi minuti contati, tutti si fanno zitti. 

LEGGI LA STRISCIA COMPLETA DI STEFANO DISEGNI

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te

In questi tempi difficili e straordinari, è fondamentale garantire un'informazione di qualità. Per noi de ilfattoquotidiano.it gli unici padroni sono i lettori. A differenza di altri, vogliamo offrire un giornalismo aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per permetterci di farlo. Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili

C'era una volta la Sinistra

di Antonio Padellaro e Silvia Truzzi 12€ Acquista
Articolo Precedente

Un fitto doloroso

next
Articolo Successivo

La legge è uguale per certi

next