Richiamare l’attenzione sull’importanza dell’allattamento al seno, rafforzare le azioni e gli interventi per promuoverlo e incentivarlo, così come previsto dalla strategia globale per l’alimentazione dei neonati e dei bambini promossa dell’OMS e dell’Unicef. Sono questi gli obiettivi della Sam, la Settimana per l’Allattamento Materno che si celebra in tutto il mondo e in Italia dal primo al sette ottobre. Promossa dalla World Alliance for Breastfeeding Action (Weba), l’ Alleanza mondiale per interventi a favore dell’allattamento, in Italia è coordinata dal Mami, il Movimento Allattamento Materno Italiano affiliato a Waba.

Saranno loro a collegare le diverse iniziative sparse sul territorio nazionale, prima fra tutte il flash mob nazionale per l’allattamento. “Sabato, in oltre 100 piazze, tutte le mamme e tutti i papà, ma anche i simpatizzanti e soprattutto le donne che non hanno potuto allattare, sono invitate a prendere parte a questo evento collettivo, pensato in collaborazione con la casa delle mamme di Belluno – spiega Annalisa Paini, membro direttivo Mami – L’obiettivo del flash mob è quello di ribadire che l’allattamento al seno dovrebbe essere considerato naturale, invece ha ancora bisogno di quel sostegno culturale e sociale che spesso manca”.

A Roma sarà la cornice di Piazza di Spagna ad ospitare il flash mob lanciato dall’associazione “1000 mamme 1 tribù” in collaborazione con l’associazione di genere Punto D e La Leche League, mentre a Milano l’appuntamento è in piazza della ScalaOgni anno Weba sceglie un tema a cui legare la settimana mondiale dell’allattamento. “Quest’anno l’argomento proposto è ‘Allattamento come obiettivo vincente per tutta la vita’ – spiega Annalisa – L’idea di fondo da cui partire è il latte materno come veicolo per il raggiungimento degli otto obiettivi del millennio individuati dall’Unicef. In tal senso Weba intende rimarcare l’importanza dell’allattamento per il raggiungimento, entro la fine del 2015, degli otto punti individuati dall’Unicef ed evidenziare come il latte materno si inserisca in ognuno degli obiettivi di sviluppo”.

In occasione della Sam verrà presentato il “Codice violato 2014”, il rapporto trimestrale sulle violazioni del Codice Internazionale sulla commercializzazione dei sostituti del latte materno a cura di Ibfan Italia un’associazione che vuole migliorare le abitudini alimentari di neonati e bambini.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Violenza sulle donne: per liberarci autofinanziamoci

next
Articolo Successivo

Femminicidio: anche i media devono fare la loro parte

next