“In realtà la maggior parte dei costituzionalisti approva queste riforme. Lo hanno dimostrato nel seminario che ha organizzato il Pd“. Lo ha detto il ministro per le Riforme Maria Elena Boschi, a margine della Festa dell’Unità di San Miniato (Pisa), rispondendo a ilfattoquotidiano.it sui dubbi espressi dai costituzionalisti Zagrebelsky e Rodotà sull’impianto complessivo delle riforme. “Abbiamo invitato oltre 30 costituzionalisti – ha aggiunto la Boschi – e tutti hanno dato prova di apprezzare questa riforma. Abbiamo fatto ulteriori modifiche, alcune anche suggerite dai costituzionalisti e nel lavoro fatto in Commissione. Il testo è molto equilibrato: abbiamo creato un sistema bilanciato tra Camera e Senato. Ovviamente chi era affezionato all’idea di un Senato completamente identico alla Camera si trova un Senato cambiato”. Il ministro conta di far approvare il testo prima della pausa estiva, sperando che il M5S ci ripensi sull’ostruzionismo che “sarebbe un brutto segnale da dare al Paese”. Duro poi l’attacco alla “Leopolda di sinistra” di Pippo Civati, in corso in questi giorni a Livorno: “A questo punto dell’estate arriva sempre Civati, come le indicazioni dei telegiornali su come ci si ripara dal caldo”. Infine, la Boschi, sulla durata del suo impegno politico promette: “Tornerò a fare l’avvocato”  di Max Brod

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Diventa Sostenitore
Articolo Precedente

Zagrebelsky: “Sulle riforme il governo strozza il dibattito chiedendo la fiducia”

prev
Articolo Successivo

Senato e Italicum, Zagrebelsky: “Gentile Boschi le vostre riforme sono autoritarie”

next