Dal 30 giugno artigiani, commercianti e professionisti sono obbligati ad accettare pagamenti tramite carta di credito o bancomat oltre la soglia dei 30 euro. A pochi giorni dall’entrata in vigore della norma siamo andati in strada ad ascoltare l’opinione dei cittadini. Alcuni pensano che sia una misura efficace contro l’evasione fiscale, altri la ritengono un’inutile complicazione dell’attività economica che favorirà solo le banche. Per molti il punto critico è il fatto che, almeno per ora, non sono previste sanzioni per i trasgressori. Per altri l’importante è ridurre le spese di intermediazione bancaria. E voi cosa ne pensate? Dite la vostra nei commenti e votando la risposta che vi convince   di più di Piero Ricca, riprese Ricky Farina

Sostieni ilfattoquotidiano.it ABBIAMO DAVVERO BISOGNO
DEL TUO AIUTO.

Per noi gli unici padroni sono i lettori.
Ma chi ci segue deve contribuire perché noi, come tutti, non lavoriamo gratis. Diventa anche tu Sostenitore. CLICCA QUI
Grazie Peter Gomez

Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Roma, flash mob per introdurre Robin Hood Tax: “Proventi alla lotta alla povertà”

next
Articolo Successivo

Fatturazione elettronica, la nuova trovata dello Stato debitore

next