Se avete già le valigie pronte o ancora dovete affrontare la “fatidica” prova costume, se sull’onda dell’entusiasmo estivo vi trovate ad invitare amici a cena ma non avete la minima idea di cosa mettere in tavola, non fatevi prendere dal panico: consigli ed idee per realizzare ricette facili e veloci vi vengono in soccorso anche d’estate, che siate in città o sotto l’ombrellone. 

I veri chef, d’altronde, non smettono mai di spadellare e non si fanno certo intimorire da un pranzo ferragostano. Piuttosto, continuano a stupire con piatti gustosi e dispensano consigli per prepararli in poco tempo e con estrema facilità, anche a coloro che non hanno grande dimestichezza con i fornelli ma non vogliono rinunciare ai piaceri del palato. E’ l’esempio di Max Mariola, autore del libro “Lo chef in tasca – Ricette per l’estate” (Laterza), celebre volto del Gambero Rosso Channel e chef dell’Hotel Dom di Roma. In un ricettario estivo piacevole e snello, Mariola ha immaginato tante diverse situazioni estive con un unico punto d’arrivo: un menu impeccabile. Dal pic nic all’apericena sulla spiaggia, dal barbecue al pranzo di ferragosto in città, “Lo chef in tasca” è pensato per accompagnarvi davvero ovunque.

 Da infilare in valigia senza esitare o da consultare sull’autobus di ritorno dal lavoro, “Cucina con il trucco” (Mondadori) è il libro ideale per chi vuole ottenere il massimo risultato con il minimo sforzo e sentirsi, almeno per una volta, un cuoco provetto. Con un sottotitolo che già dice tutto (Ricette furbe e consigli diabolici persembrare un vero chef anche se non hai mai tenuto in mano una padella), il ricettario è stato scritto da Caterina Giavotto, Enrica Melossi e Daniela Vitta con finalità benefiche. Il ricavato delle vendite, infatti, sarà devoluto alle onlus CasaOz di Torino e Vidas di Milano che aiutano i bambini malati e le loro famiglie e assistono gratuitamente a domicilio e in hospice i malati terminali. Tra ricette furbe per fare una bella figura con piatti semplici, ricette spudorate per sembrare chef consumati e ricette diaboliche per preparare una cena veloce e senza sforzo, “Cucina con il trucco” vi aiuterà a non rimanere a corto di ispirazione.

 Se il vostro obiettivo estivo è il benessere psicofisico e il ritorno al contatto genuino con la natura, allora la lettura che fa per voi è “Crudo – 115 ricette freschissime” di Delphine De Montalier, edito Guido Tommasi. Un libro che strizza l’occhio alla moda del momento e che accontenta crudisti e buongustai, chi ha poco tempo, chi sta attento alla linea e chi con la calura estiva evita di accendere i fornelli. Infine, tra le novità, segnaliamo anche un grande ritorno in libreria. Si tratta di “The Food of Italy” (Hardback) scritto 25 anni fa da Claudia Roden per celebrare la cucina regionale italiana attraverso 300 ricette aggiornate con ingredienti moderni. 

di Emanuela Mei

www.puntarellarossa.it

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L'abbiamo deciso perchè siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un'informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Diventa Sostenitore
Articolo Precedente

Il vero gelato industriale alla Nutella? Ce l’hanno gli Stati Uniti

next
Articolo Successivo

In crescita il popolo “veg”, ne fa parte quasi un italiano su dieci

next