Una piccola “epidemia” rischia di condizionare la Germania in vista del quarto di finale dei Mondiali contro la Francia. Sette dei giocatori a disposizione del ct tedesco Joachim Loew sono alle prese con influenza e mal di gola: la prima vittima è stata Mats Hummels, che ha saltato l’ottavo contro l’Algeria rimanendo in albergo. Il difensore del Borussia Dortmund avrebbe contagiato diversi compagni, a partire dal bomber del Bayern Monaco Thomas Muller.

Loew ha confermato il problema ma non ha voluto esagerare: “Per il momento non c’è nulla di grave – le sue parole -, non voglio drammatizzare”. Eppure in Germania c’è apprensione: Hummels ha già saltato l’ottavo di finale, Christoph Kramer ieri non è riuscito ad allenarsi. Muller ha sintomi d’influenza (forte mal di gola) e anche altri quattro elementi della rosa, secondo le notizie provenienti dal Brasile, si troverebbero in difficoltà. “Abbiamo dovuto viaggiare molto e ogni volta ci siamo ritrovati con un clima diverso – la spiegazione di Loew -: è comprensibile che i ragazzi abbiano avuto qualche scompenso”. Sarà, ma alla vigilia del quarto del Maracanà contro i francesi la Germania ne avrebbe fatto volentieri a meno.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Diventa Sostenitore
Articolo Precedente

Mondiali 2014, la fidanzata di Neymar smentisce di essere incinta

prev
Articolo Successivo

Quarti finale mondiali 2014, Sneijder: “Attenzione alla Costa Rica”

next