L’Olanda di Van Gaal perde Nigel de Jong, in vista del quarto di finale contro la sorprendente Costa Rica in programma sabato all’Arena Fonte Nova di Salvador. Il giocatore è uscito per infortunio dopo 9 minuti contro il Messico agli ottavi, si è sottoposto a una serie di esami che hanno evidenziato uno strappo all’inguine: per il 29enne centrocampista del Milan, che rischia uno stop di un mese, il Mondiale è ovviamente già finito.

De Jong, nonostante non possa più scendere in campo, resterà in Brasile con i compagni fino alla fine del torneo e inizierà la riabilitazione già nei prossimi giorni. Contro il Messico il centrocampista milanista aveva chiesto immediatamente il cambio per un problema muscolare e, già nell’immediatezza dell’infortunio, la sensazione era che il guaio non fosse di lieve entità. Sensazione, purtroppo, confermata dagli accertamenti medici.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Diventa Sostenitore
Articolo Precedente

Ottavi di finale mondiali 2014: frattura di tibia e perone per il laziale Onazi

prev
Articolo Successivo

Brasile 2014: Argentina-Svizzera 1-0 dts, il tabellino e le pagelle

next