Germania-Algeria non è una partita come le altre, almeno non per i nordafricani. Nel 1982 le ‘Volpi del deserto’ stupirono il mondo battendo Rummenigge e compagni nella prima gara del girone, ma vennero eliminati a causa di uno dei biscotti più famosi della storia: Germania Ovest-Austria finì 1-0, il risultato che serviva per qualificare entrambe le squadre. Il ct tedesco Loew, però, non vuole pensarci: “Molti dei miei giocatori nel 1982 non erano nemmeno nati”.

Alla vigilia della sfida di Porto Alegre, comunque, Loew dice di non fidarsi dei prossimi avversari: “Sono molto pericolosi – le sue parole -, fanno dell’unità il loro punto di forza e non abbiamo alcuna intenzione di sottovalutarli”. La Germania è nettamente favorito, ma l’Algeria di Vahid Halilhodzic vuole continuare ad essere la sorpresa del Mondiale: “Siamo una piccola squadra contro una delle più grandi al mondo – le parole del ct -. Nel calcio però tutto è possibile, faremo di tutto per mostrare il lato migliore del calcio algerino”. Nei due precedenti con la Germania Ovest, l’Algeria ha raccolto altrettante vittorie: quella inutile ma storica del 1982 e quella in amichevole nel 1964, un secco 2-0.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Ottavi di finale mondiali 2014: Olanda-Messico, primo time out nel calcio

next
Articolo Successivo

Olanda – Messico, 2-1 agli ottavi di finale. Pagelle e tabellino

next