Miroslav Klose come Ronaldo. La rete realizzata nel secondo tempo di Germania-Ghana, terminata 2-2, è la 15esima dell’attaccante ai Mondiali: un gol che permette al numero 11 tedesco di agganciare il Fenomeno in testa alla classifica marcatori all-time della Coppa del Mondo.

Il tedesco ha segnato finora 5 gol a Corea/Giappone 2002, altrettanti a Germania 2006, 4 a Sudafrica 2010 e uno nel Mondiale in corso in Brasile. Per Ronaldo i 15 gol sono distribuiti tra le edizioni 1998 (4), 2002 (8, dove fu capo-cannoniere del torneo) e 2006 (3). Entrambi hanno firmato il gol numero 15 al Ghana: il brasiliano lo realizzò il 27 giugno 2006 in Brasile-Ghana 3-0. Klose avrà a disposizione almeno un’altra partita – contro gli Stati Uniti – per portarsi da solo al comando di questa speciale classifica.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Diventa Sostenitore
Articolo Precedente

Brasile 2014, altro falso invalido in tribuna: assisteva ad Argentina-Iran

prev
Articolo Successivo

Brasile 2014, Germania-Ghana: che spavento per l’attaccante Muller

next