Giunti Editore raddoppia i suoi utili e il merito è tutto di Peppa Pig. La casa editrice fiorentina, infatti, è il licenziatario italiano del personaggio dei cartoni animati più amato dai bambini. Il bilancio 2013 si è chiuso con un utile netto di 11 milioni di euro, in crescita del 97% rispetto ai 5,6 milioni dell’anno prima. Il fatturato si è attestato a 195,4 milioni ed è sostenuto per buona parte dalla brillante performance della collana di libri per bambini ispirata al simpatico maialino. La posizione finanziaria netta è pari a -28,8 milioni di euro, in miglioramento rispetto a -41,3 milioni di euro nel 2012. Il presidente di Giunti Editore, Sergio Giunti, ha commentato questi numeri: “Il 2013 è stato un anno positivo per il Gruppo Giunti, nel quale abbiamo consolidato la terza posizione di mercato con una quota in notevole progresso”. Il successo di vendite dei libri ispirati a ‘Peppa Pig’ è inarrestabile: i numeri parlano di 7 milioni di copie vendute negli ultimi due anni, anche grazie al successo dell’omonima serie tv. 

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te

In questi tempi difficili e straordinari, è fondamentale garantire un'informazione di qualità. Per noi de ilfattoquotidiano.it gli unici padroni sono i lettori. A differenza di altri, vogliamo offrire un giornalismo aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per permetterci di farlo. Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili

Il Fatto Personale

di Antonio Padellaro 12€ Acquista
Articolo Precedente

I super-ricchi hanno già dimenticato la crisi. In Italia sono a quota 203mila

next
Articolo Successivo

Ocse, in Italia redditi dei più ricchi sono 10 volte più alti di quelli dei più poveri

next