“Credo che il M5S vinca in tre quattro comuni su quattromilacentosei, un capoluogo su ventotto”. Stefano Bonaccini, responsabile Enti locali del Pd consiglia pacatezza al Movimento 5 Stelle che al ballottaggio ha espugnato Livorno. “Si sono uniti la sinistra radicale, perfino quella comunista, i grillini e la destra: dalla Lega a Forza Italia. Tutti contro il Pd”. L’esponente della segreteria dem non ci sta a sentire parlare di sconfitta: “Se vincere tre regioni su tre e conquistare il 70% dei comuni capoluogo e superiori ai 15mila abitanti non debba ritenersi una vittoria netta, allora la matematica è diventata un’opinione. Padova, Livorno e Perugia, non tolgono che abbiamo riconquistati tantissimi amministrazioni”  di Manolo Lanaro

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te

In questi tempi difficili e straordinari, è fondamentale garantire un'informazione di qualità. Per noi de ilfattoquotidiano.it gli unici padroni sono i lettori. A differenza di altri, vogliamo offrire un giornalismo aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per permetterci di farlo. Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Livorno, Brescia: “M5S vince se guarda a sinistra? No vince se fa un buon lavoro su territorio”

next
Articolo Successivo

Elezioni Livorno, base Pd: “Non abbiamo saputo ascoltare il disagio della città”

next