I tagli alla spesa e alle tasse in Italia devono essere permanenti e non una tantum. Lo ha detto Aasim Husain, vice direttore del dipartimento europeo del Fmi, rispondendo a una domanda a proposito delle misure economiche annunciate dal governo Renzi nel Documento di economia e finanza: “Nel breve termine è importante tagliare le tasse e la spesa pubblica a livello strutturale“, le sue esatte parole. ”Il riequilibrio della posizione fiscale e la riduzione della tasse con una revisione della spesa”  sono un un “passo iniziale ma un passo maggiore sarebbe benvenuto”. E’ necessario, ha aggiunto, far calare la pressione fiscale “attraverso una riduzione delle spese”. 

“Accogliamo con favore”, ha aggiunto l’economista, “l’enfasi” sulla riforma del mercato del lavoro, e il percorso di risanamento, almeno a un’analisi “rapida”, sembra “credibile per ristabilire la fiducia” sull’Italia. Il Fondo, poi, “supporta l’intenzione del governo di ridurre il deficit“, cosa che “raccomandiamo da tempo”. 

 

 

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Unicredit, Bankitalia multa 7 dirigenti per 207mila euro per “irregolarità”

next
Articolo Successivo

Lavoro, Poletti: “Un contratto per reinserire gli over 50. E’ emergenza sociale”

next