La fiducia nel presidente del Consiglio Matteo Renzi cala di un punto in una settimana e si assesta al 57%. E’ quanto emerge dall’ultimo sondaggio realizzato da Datamedia Ricerche per Il Tempo, che verifica anche le intenzioni di voto degli italiani per le prossime elezioni europee, consegnano una situazione molto simile a quella della scorsa settimana. Nel dettaglio troviamo il Partito Democratico al 31,3% (+0,3% in una settimana), il Movimento 5 Stelle è invece stabile al 24,3%, così come stabili sono Forza Italia al 20% e la Lega Nord al 5%.

Supera la soglia di sbarramento del 4% anche il Ncd-Udc (rilevati insieme) con il 5% (-0,2). Il dato del 5,2% relativo alla scorsa settimana deriva invece dalla somma delle intenzioni di voto espresse per Ncd e Udc separatamente. Per quanto riguarda gli altri partiti vediamo L’Altra Europa con Tsipras stabile al 3,9%, Fdi-An al 3,3% (+0,2) e Alde (Alleanza Lib. Dem. Europei) al 2,3% (+0,3), mentre la somma degli altri partiti è al 4,9% (-0,6). Indecisi, astensione, schede bianche o nulle, sommati arrivano ad una percentuale del 51% (-0,1).

Il sondaggio è stato effettuato da Datamedia Ricerche per Il Tempo nei giorni 4-7 Aprile 2014, su un campione rappresentativo della popolazione maggiorenne residente in Italia tramite 1.000 interviste complete con metodologia Cati. Margine di errore massimo: +/- 3,1%.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Diventa Sostenitore
Articolo Precedente

Berlusconi: “Sinistra e giudici vogliono toglierci i voti con l’inganno”

prev
Articolo Successivo

La vignetta del giorno: Gli ottanta euro

next