“Ho proprio voglia di portarlo in giro questo ‘Mondovisione’. Per cui comincio da qui, da Correggio, con un concerto nel palasport in cui ho cantato più di vent’anni fa, per poi suonare in altri piccoli palazzetti in altre piccole città. Per poi passare agli stadi. E poi andare in Europa e nel mondo”. Così Luciano Ligabue parla del ‘Mondovisione TourPiccole Città 2014‘, che parte domani dal Palasport Dorando Pietri di Correggio (la città dove il rocker è nato, in provincia di Reggio Emilia) con il primo di una serie di sold out. Un tour nelle province italiane, in cui lo spettacolo e l’atmosfera saranno quelli dei suoi primissimi concerti, basati su una produzione potente ed essenziale e a strettissimo contatto col pubblico. In scaletta i brani dell’ultimo album best-seller ‘Mondovisione’ ma anche alcuni dei suoi più grandi successi del passato. Il Liga sarà accompagnato sul palco dal ‘Gruppo’, la sua band formata da Federico ‘Fede’ Poggipollini (chitarra), Niccolò Bossini (chitarra), Luciano Luisi (tastiere e programmazioni), Michael Urbano (batteria) e Davide Pezzin (basso). Dal 30 maggio partirà invece con due date all’Olimpico di Roma il tour negli Stadi che si annuncia come un vero e proprio rock show.

Il tour delle piccole città toccherà 11 palasport con capienza massima di 2.000 persone: dopo Correggio, Liga sarà il 29 marzo al Palasport di Fossano (CN); il 31 marzo al Palaruggi di Imola (BO); il 2 aprile al Palasport di Salsomaggiore Terme (PR); il 4 aprile al Palasport di Latisana (UD); il 6 aprile al Playhall di Riccione (RN); l’8 aprile al Palasport Bernardo Speca di San Benedetto del Tronto (AP); il 10 aprile al Palasport di Colle Val D’Elsa (SI); il 12 aprile al Palasport Paternesi di Foligno (PG); il 14 aprile al PalaFrosinone di Frosinone; il 16 aprile al Pala Basento di Potenza. I biglietti per questi concerti verranno venduti direttamente nei luoghi dei concerti, per raggiungere proprio il pubblico che solitamente resta fuori dal circuito dei grandi concerti. Il tour negli stadi si aprirà invece il 30 e il 31 maggio allo Stadio Olimpico di Roma e poi proseguirà il 6 e il 7 giugno allo Stadio San Siro di Milano; l’11 e il 12 giugno allo Stadio Massimino di Catania; il 12 luglio allo Stadio Euganeo di Padova; il 16 luglio allo Stadio Artemio Franchi di Firenze; il 19 luglio allo Stadio Adriatico di Pescara; il 23 luglio allo Stadio Arechi di Salerno. Per queste date i biglietti sono invece disponibili su www.ticketone.it e nei punti vendita e prevendite abituali (per l’elenco consultare il sito www.fepgroup.it)

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Nobraino in concerto: “Basta nostalgia. La musica provi a vedere più in là di De Andrè”

next
Articolo Successivo

Eni, protesta operai Saipem: “Vogliono sostituirci con gli stranieri e delocalizzare”

next