Alla vigilia della conclusione del referendum autogestito per l’indipendenza del Veneto, siamo andati a Treviso per sondare l’umore della piazza. E’ reale il consenso sbandierato dal comitato promotore? A giudicare dalle risposte degli intervistati si direbbe di sì. Non pochi sono convinti che l’indipendenza sia l’unica via per uscire dalla crisi. “Non la otterremo con queste consultazioni, ma è un segnale forte che diamo a Roma e all’Europa”, dicono i favorevoli. “Questo referendum non ha alcun senso, è solo l’estrema provocazione politica di chi continua a sfruttare il disagio sociale e l’insofferenza verso la politica”, replicano i contrari. Per il comitato promotore, avrebbero votato già 1 milione 480mila cittadini. Ma qual è l’obiettivo vero dei promotori? Dite la vostra nei commenti e votate la risposta che vi convince di più  di Piero Ricca, riprese Ricky Farina

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Ncd, Albertini imita l’ex ministro Annamaria Cancellieri

next
Articolo Successivo

Abolizione Province, è corsa contro il tempo: “Fare presto o rischio elezioni”

next