Sala gremita al tempio di Adriano a Roma per la presentazione del libro di Massimo D’AlemaNon solo Euro“, presentato insieme al presidente del Consiglio Matteo Renzi. Nel dibattito, tutto incentrato sulle prossime elezioni europee, il premier Renzi afferma: “Chi dice più Europa, perde. Chi dice meno Europa, sbaglia. Ma chi dice che la colpa della crisi è dell’Europa sbaglia: è l’opposto. E su questo si giocherà la prossima campagna elettorale”. Risponde l’ex presidente del Consiglio D’Alema che, dopo avergli regalato la maglia di Francesco Totti, dice: “Il referendum sull’euro è una bischerata. L’Europa è il nostro futuro.” Poi l’affondo di Renzi su Beppe Grillo: “Da un paio di mesi Grillo non gioca più all’attacco, ma in difesa. Io non mi preoccupo di Grillo, siamo noi che dobbiamo giocare con le carte in mano e non replicare ad ogni sua affermazione. Dobbiamo far capire che abbiamo capito la gente. Se noi arriviamo al giorno delle elezioni, il 25 maggio, con la prima lettura della riforma del Senato e la prima lettura dell’Italicum a Palazzo Madama avremo fatto politica. E Grillo lo sconfiggi proprio con la politica”  di Manolo Lanaro

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Diventa Sostenitore
Articolo Precedente

Lombardia, M5S con spray “anti-casta”. Convergenza col Pd contro i vitalizi

prev
Articolo Successivo

Europee, Renzi: “D’Alema candidato? Il Pd sceglierà le candidature più forti”

next