“Il rapporto fra il debito pubblico e il Pil è cresciuto perché nonostante le riforme fatte per ridurre la spesa, non siamo cresciuti”. Così Matteo Renzi dalla conferenza stampa di Berlino assieme alla Cancelliera tedesca. Il primo ministro rassicura la collega: “L’Italia rispetterà il limite del 3 per cento, ma punterà sulla crescita e sul recupero della domanda interna”. Dal canto suo Angela Merkel apre al pacchetto di interventi del leader italiano: “Piano ambizioso ricco di riforme strutturali”

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Renzi, casa affittata da imprenditore amico. Grillo: “#RenzieRispondi”

next
Articolo Successivo

In Edicola sul Fatto del 18 marzo: “Spot europeo di Renzi? Obiettivo raggiunto”

next