Secondo giorno di consultazioni per il premier incaricato Matteo Renzi. Al giro d’incontri, a sorpresa, parteciperà anche il Movimento 5 Stelle così come sancito dalla consultazione online. “Per noi è una farsa”, avevano scritto sul blog i leader Beppe Grillo e Gianroberto Casaleggio, “ma ci sembra opportuno chiedere a voi”. E così è stato: 20.843 iscritti hanno chiesto l’incontro con Renzi (20.397 i contrari). Grillo ha dovuto lasciare la platea di Sanremo nel bel mezzo della serata: domani sarà con i capigruppo, in streaming, a Roma per vedere il premier. Ospiti di Lorenzo Galeazzi i parlamentari M5S Paola Taverna e Riccardo Fraccaro. Assieme a loro il direttore del fattoquotidiano.it Peter Gomez e la giornalista Martina Castigliani (ilfattoquotidiano.it). Diretta streaming a partire dalle 12,30. Potete interagire inviando commenti e domande al sito e tramite i social network. Per Twitter gli hashtag sono: #FattoTv #Renzidays #GrilloRenzie

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Valsusa, NoTav aderiscono a Lista Tsipras: “Bloccare fondi Eu per alta velocità”

next
Articolo Successivo

Governo Renzi, totoministri. L’ultima idea per l’Economia: Piero Fassino

next