Mangano è un eroe? Renato Schifani non risponde, nicchia e si dilegua. L’ex presidente del Senato ha presentato a Palermo il nuovo Centro Destra guidato da lui e da Angelino Alfano. “Il Pdl era finito: c’erano troppe anime che non avevano a che fare con noi. Gente di estrema destra e Radicali, niente a che vedere con lo spirito del 1994”. L’ex capogruppo pidiellino a Palazzo Madama ha bissato gli obbiettivi principali del nuovo partito: rivoluzionare la giustizia. “Faremo il punto per portare avanti i temi insoluti: velocità dei processi e normativa sulle intercettazioni, senza vincolare la magistratura sui reati di mafia e i reati satellite. La pubblicazione di intercettazioni non opportune ha rovinato la vita di tante persone”, ha detto Schifani a margine della conferenza all’Hotel des Palmes di Palermo. Ieri Silvio Berlusconi aveva lanciato Forza Italia, sottolineando ancora una volta l’eroismo di Vittorio Mangano, lo stalliere di Cosa Nostra spedito ad Arcore per vigilare sulla famiglia dell’ex premier negli anni ’70. Come la pensano Schifani e il nuovo Centro Destra sull’argomento? Anche per loro Mangano è un eroe? L’ex presidente del Senato, visibilmente a disagio, non risponde alla domanda del fattoquotidiano.it, preferendo defilarsi  di Giuseppe Pipitone e Silvia Bellotti

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Diventa Sostenitore
Articolo Precedente

Decadenza Berlusconi, Alfano: “In piazza il 27? Abbiamo fatto scelte diverse”

prev
Articolo Successivo

Cancellieri e la lezione di Berlusconi. È tutto un complotto

next