Doveva essere una vicenda semplice: chi è stato condannato in via definita deve uscire dal Parlamento. Per Silvio Berlusconi, condannato per un reato grave come la frode fiscale, non è stato così. E tutto è diventato più complicato. Adesso il problema è cosa succederà in Aula, quando il Senato dovrà votare la sua decadenza? Da qui al voto partirà una trattativa e dei ricatti istituzionali. È per questo che si deve andare a votare al più presto con il voto palese. Gli elettori devono sapere come voteranno i loro eletti ed evitare sorprese nel segreto dell’Aula  di Gianni Barbacetto

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te

In questi tempi difficili e straordinari, è fondamentale garantire un'informazione di qualità. Per noi de ilfattoquotidiano.it gli unici padroni sono i lettori. A differenza di altri, vogliamo offrire un giornalismo aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per permetterci di farlo. Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Frattura Pdl, esplode il lodo Verdini. Aut aut di Alfano a Berlusconi: “O io o lui”

next
Articolo Successivo

Decadenza Berlusconi, Casson: ‘Possibilista su voto palese’. Schifani: ‘Sarà segreto’

next