Dalle 8 alle 18: i tedeschi hanno solo dieci ore per recarsi ai seggi ed eleggere il nuovo Parlamento, ma alle urne le procedure di voto procedono veloci e la chiamata al voto è stata massiccia. Per molti aspetti, evidenziati dalla stessa CDU, più che ad elezioni politiche stiamo assistendo a un referendum su “mamma” Merkel. I tedeschi sono preoccupati dalla crisi economica che inizia a mostrarsi anche in Germania, quindi per molti la possibilità di una grande coalizione guidata dalla Merkel sembra la soluzione più stabile. I due partiti in lizza, quasi appaiati negli ultimi sondaggi, sono i cristianodemocratici della CDU e i socialdemocratici della SPD. Anche se per molti elettori la differenza tra i due partiti è poco visibile: “Destra e sinistra? Sono conservatori e basta”  di Cosimo Caridi

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Elezioni Germania 2013: Merkel favorita. Spd punta alla grande coalizione

next
Articolo Successivo

Vittoria della Merkel, Citati (da Berlino): “Ha voluto e vinto un referendum su di lei”

next