Il sindaco uscente e candidato per il centrodestra Gianni Alemanno chiude la sua campagna elettorale e l’appuntamento principale del suo tour in cinque piazze della Capitale è un vero flop con solo circa duecento simpatizzanti. Ma il sindaco in carica nega il flop: “Se uniamo il numero dei partecipanti di tutte le altre piazze arriviamo a migliaia di persone”. Durante il comizio Alemanno avverte: “Con Marino corriamo il rischio che torni l’illegalità. Ci sono centomila romani che in questi giorni hanno ritirato il certificato elettorale. Se i romani vanno a votare possiamo vincere”. Prima dell’arrivo di Alemanno sul palco sono saliti Francesco Storace e il senatore Maurizio Gasparri. Per il leader de La Destra: “Marino non pensa ai problemi della città, ma solo ai matrimoni gay e magari anche alle adozioni per gli omossuessuali”. Mentre per Gasparri: “Si deve proseguire sulla strada prima gli italiani, prima i romani dei nomadi, dei clandestini e di tutta la gente che non può prevalere sui diritti della nostra città”   di Manolo Lanaro

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Diventa Sostenitore
Articolo Precedente

Lega, Maroni a Treviso per Gentilini: “Smettiamola di farci del male da soli”

prev
Articolo Successivo

Ballottaggio Roma 2013, Marino: “Cinque anni di disastri. Riprendiamoci Roma”

next