Michaela Biancofiore non ne azzecca una a morire. L’ultima uscita poco prima del voto? Il Pdl “è così forte che potresti candidare anche una capra”. Tutto merito di Berlusconi.

Infatti ne sa qualcosa Alemanno, l’unico sindaco negli ultimi vent’anni, a prendersi un sonoro ceffone dagli elettori. Forse le capre erano troppo poche in lista, forse hanno voltato le spalle al sindaco capitolino! Alemanno, infatti, si è fermato al 30 per cento, a 12 punti di distanza da Ignazio Marino. L’unico sindaco uscente negli ultimi vent’anni a rischiare di non essere rieletto, come è invece successo per Rutelli nel ’93 e nel ’97, (poi perse nel 2008 contro Alemanno, ma non era più sindaco) e Veltroni nel 2001 e nel 2006.

La Biancofiore è ormai è una super esperta nell’attirarsi addosso le ire di tutti, anche del suo stesso partito, il Pdl. I candidati non servono, perché è lei la calamita elettorale: “Se la gente li avesse votati – rispondendo ad alcuni che l’avevano criticata – sarebbero ancora fermi all’anonimato, qualcun altro ha messo la faccia per loro e fatti eleggere nei vari livelli istituzionali”. Qualche ragione ce l’ha pure lei. Con il Porcellum non è l’elettore che decide, ma le segreterie di partiti. E fra lei e Berlusconi l’amore politico è sbocciato molti anni e il feeling non si è quasi mai interrotto.

Ma azzarda di più: se perdiamo può essere colpa di brogli elettorali! “Nei capoluoghi la polizia è a guardia del voto, mentre nei paesi sono le guardie forestali. Ne ho massima stima, ma sono dipendenti provinciali. Non trascuro l’idea di una vigilanza privata notturna”, riferendosi alle prossime elezioni regionali in Trentino Alto Adige.

I suoi fidi scudieri hanno preso da lei e cercano di imitarla nelle gaffe. Alessandro Bertoldi è il giovane commissario di Bolzano del Pdl, investitura ricevuta direttamente dalla Biancofiore. Di ritorno dalla Germania, Bertoldi ha così apostrofato i tedeschi su Facebook: “Con oggi ho avuto la conferma del fatto che i tedeschi germanici siano un popolo barbaro e inferiore. A Roma direbbero: pidocchi rifatti”. Il popolare quotidiano tedesco Bild lo ha messo in prima pagina nella rubrica dei “Perdenti”: “Un clown di seconda generazione”. Il primo clown è Berlusconi, per il politico della Spd Peer Steinbrück. Bertoldi si è poi scusato, ma la frittata era ormai fatta. È la Biancofiore? Bertoldi “ha sbagliato a causa della sua giovane età”. E le gaffe della berlusconiana Michaela sui gay “settari”? Sempre questione di età!

 

 

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Legge elettorale, scontro nel Pd sul Mattarellum. La Camera boccia la mozione

prev
Articolo Successivo

Riforme, Letta: “Non perdere questa occasione, 18 mesi di tempo”

next