L’Emilia Romagna scivola sul voto. Chiuse alle 15 le urne in sedici Comuni della regione in cui si votava per le amministrative e su oltre 111mila gli elettori, la percentuale votanti è solo del  61,85%, cioè 19% in meno rispetto alle amministrative del 2008 che avevano registrato l’80,69%.

A Imola ha votato il 59,5% degli aventi a diritto. Dato incontrovertibile rispetto all’83% di votanti alla Camera alle politiche 2013 e all’84% delle comunali di 5 anni fa. Daniele Manca, il sindaco Pd uscente sta attendendo l’esito elettorale nella sede Pd di Imola in via Zappi. Claudio Frati, il candidato 5 Stelle è già sicuro del secondo posto: “Exit poll casalinghi”, spiega al telefono con il FattoQuotidiano.it, “dicono che siamo secondi”.

Dati altrettanto ufficiosi, pochissime sezioni del circondario imolese, danno Manca al 52,4%, Frati al 19,4%, terzo Carapia del Pdl con il 9% e quarto al 8,3% il candidato civico, ex Udc, il giovane Andrea Zucchini. Il ballottaggio a cui puntava il Movimento di Grillo diventerebbe un’improvvisa chimera.

Anche a Castelnovo di Sotto (Re) l’affluenza è calata di 22 punti, a Ferriere di 21 punti, a San Polo d’Enza e Camposanto di 20. A Salsomaggiore Terme (Pr) il calo è stato solo del 10% (60% invece dei 70% di 5 anni fa).

A Serramazzoni (Mo) l’affluenza è scesa solo del 4%, anche se l’ultima tornata elettorale si è svolta soltanto nel 2012. Anche qui i primi seggi danno un vantaggio cospicuo del candidato

A Camugnano sconfitta secca del candidato di centrosinistra Libero Mancuso, star a riposo targata più Sel che Pd, ex consigliere comunale a Bologna, battuto dalla lista civica Sviluppo e Progresso, Federico Alfredo.

L’unico comune della regione che ha già un sindaco è Granaglione, dove ha votato il 67,3% per l’unico candidato disponibile da scegliere: Giuseppe Nanni.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Referendum, Marescotti: “Hanno perso i grandi partiti. Il sindaco? Deve dimettersi” (video)

next
Articolo Successivo

Francisco de Zurbaran, il “Caravaggio” spagnolo in mostra a Palazzo Diamanti

next