Un record appetitoso: domenica 19 maggio in quel di Cremona – precisamente a Castelleone – un piccolo esercito di volontari sfiderà il primato raggiunto dagli Emirati Arabi Uniti nel 2010, ovvero la composizione di una fila di panini imbottiti lunga quasi tre chilometri. E lo farà sfidando la potenza economica e commerciale di una multinazionale del cibo. Infatti, tre anni fa Kraft Foods Middle East e Africa FZE lanciarono la sfida: allineare 11.000 panini, lunghi circa 25 centimetri ognuno, contenenti formaggio, cetrioli, pomodori e olive. In totale, è stata usata circa mezza tonnellata di crema al formaggio e circa 900 chili tra cetrioli, olive e pomodori. Il risultato è stato uno sfilatino lungo 2.700 metri, che ha segnato il Guinness di categoria, presentato nel Dubai Outlet Mall: un’ottima pubblicità per l’azienda americana (che poi ha fatto distribuire i sandwich agli operai dei campi di lavoro di Dubai).

Adesso, Golia affronta Davide e per questa sfida da Dubai si vola a Castelleone: è in questo paesino in provincia di Cremona che si punta a demolire il record degli Emirati e arrivare a 3 km di lunghezza di cioccolato e granella. Per raggiungerlo, è prevista un’organizzazione complessa: 1000 tavoli allineati, 10 quintali di di crema spalmabile al cioccolato e 3 di granella di nocciole, 400 volontari ai tavoli, 50 volontari spalmatori di crema e granella, 50 capi gruppo per controlli e regole. E come se non bastasse questa folla, ecco anche due notai inglesi per l’eventuale omologazione del record. Il risultato dovranno essere 19.850 panini imbottiti di crema al cioccolato e granella di nocciole.

E’ una rivincita della piccola distribuzione, visto che la sfida dell’evento di Castelleone è partita dall’Associazione Mercatino Piccolo Antiquariato e dalla parrocchia locale: il ricavato della giornata andrà a contribuire alla costruzione dell’oratorio di Castelleone. Tutto inizierà alle 13 di domenica, quando il nutrito gruppo di volontari comincerà a infarcire i quasi 20mila panini: ancora è difficile prevedere quanto tempo sarà necessario per completare l’opera. In ogni caso, una volta finita la composizione e dopo la verifica dei giudici inglesi, si passerà ai festeggiamenti con una ricca merenda: facile capire quale sarà la portata principale.

www.puntarellarossa.it

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Diventa Sostenitore
Articolo Precedente

Viaggio a Firenze – Il Corridoio Vasariano

prev
Articolo Successivo

Milano Food Week 2013, guida (quasi) ragionata

next