Elisabetta Tripodi, sindaco di Rosarno, racconta l’impotenza davanti ai tanti lavoratori che tutti i giorni vanno da lei a chiedere lavoro. La prima cittadina lamenta anche un massacro dei media nei confronti del paese calabrese. E annuncia che i genitori di Luigi Preiti chiedono scusa al Paese

Sostieni ilfattoquotidiano.it:
portiamo avanti insieme le battaglie in cui crediamo!

Sostenere ilfattoquotidiano.it significa permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti.

Ma anche essere parte attiva di una comunità con idee, testimonianze e partecipazione. Sostienici ora.


Grazie Peter Gomez

Sostienici ora Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Servizio Pubblico, Travaglio: “Butto la bomba?”

next
Articolo Successivo

Servizio Pubblico, Enrico Letta a Bruxelles

next