Enzo Guaglieri accusa i politici: i pregi che accumulano aumentano la disperazione della gente. E per chi come lui ha provato il freddo della notte sulla propria pelle le parole hanno il peso della disperazione. “Non ci ascolta nessuno, noi sappiamo dove si può risparmiare, chiediamo al governo di incontrarci”, denuncia Enzo. E aggiunge: “A stare fuori tutto il giorno, a morire di freddo, il cervello parte. Non si spara alle persone, però in quel momento il cervello ti comanda. E’ un attimo”

Sostieni ilfattoquotidiano.it ABBIAMO DAVVERO BISOGNO
DEL TUO AIUTO.

Per noi gli unici padroni sono i lettori.
Ma chi ci segue deve contribuire perché noi, come tutti, non lavoriamo gratis. Diventa anche tu Sostenitore. CLICCA QUI
Grazie Peter Gomez

Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Servizio Pubblico, Romano (Siulp): “Fare il carabiniere per pochi euro”

next
Articolo Successivo

Servizio Pubblico, Travaglio: “I sottosegretari del nuovo governo”

next