Gli uomini del Nucleo valutario della Guardia di finanza sono giunti in mattinata nella sede milanese della JP Morgan di Milano per effettuare verifiche nell’ambito dell’inchiesta sull’acquisizione di Antonveneta da parte del Monte dei Paschi di Siena. La richiesta è stata firmata dai pm senesi titolari dell’inchiesta.

La sede milanese della JP Morgan era stata una delle banche perquisite il 9 maggio 2012 quando scattò il blitz dei finanzieri che andarono nella sede di Mps a Siena, in quella della Fondazione, al Comune e alla Provincia di Siena e in una decina di istituti bancari in diverse città italiane.

L’inchiesta della procura di Siena riguarda l’acquisizione da parte del Monte dei Paschi di Siena nel 2008 della banca Antonveneta per oltre 10 miliardi di euro. Nei giorni scorsi le fiamme gialle e i pm si sono recati anche nella sede della Banca d’Italia per effettuare alcune verifiche con la collaborazione dei funzionari di via Nazionale.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: se credi nelle nostre battaglie, combatti con noi!

Sostenere ilfattoquotidiano.it vuol dire due cose: permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, gratuito per tutti. Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte per portare avanti insieme le battaglie in cui crediamo con idee, testimonianze e partecipazione. Il tuo contributo è fondamentale. Sostieni ora

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Elezioni Presidente della Repubblica, la Maionese impazzita di casa Bersani

next
Articolo Successivo

Presidente della Repubblica, meglio Marini di Rodotà: il suicidio “responsabile” del Pd

next