Oggi parliamo degli impresentabili nella corsa verso il Quirinale, che non è una poltrona qualsiasi, è la poltrona del Presidente della Repubblica, del rappresentante di tutta la nazione che soprattutto dura in carica sette anni e dovrebbe essere svincolato da logiche di partito e di casta proprio perché non deve rappresentare questa o quella coalizione, questo o quel partito, ma dovrebbe rappresentare tutti gli italiani. E infatti su il Fatto Quotidiano ogni giorno sto raccontando la storia dei presidenti della Repubblica italiani: ogni volta che venne eletto un presidente i partiti quando c’erano almeno si ponevano il problema di quale progetto, di quale disegno, di quale sintonia con lo spirito del tempo doveva incarnare il nuovo presidente. 

 

 

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Pedofilia, arrestato un prete a Verbania: l’accusa è di abusi sessuali su minori

prev
Articolo Successivo

Finanziamento illecito, Milanese chiede maxi-risarcimento a Tremonti

next