Il presidente dei gip di Roma Carlo Figliolia ha archiviato le posizioni di Silvio Berlusconi, dell’ex dg della Rai Mauro Masi e dell’ex commissario Agcom Giancarlo Innocenzi in relazione alle presunte pressioni esercitate dall’ex premier, nel 2009, per evitare la messa in onda del programma Annozero.

Tutti erano accusati di abuso d’ufficio. Nell’ottobre 2011 la procura aveva chiesto l’ archiviazione del procedimento sulla base della mancanza di una violazione di legge e l’inesistenza di un danno certo. L’inchiesta sulle presunte pressioni esercitate da Berlusconi nel 2009 per evitare la messa in onda del programma di Michele Santoro, nata come costola di una più ampia indagine condotta dalla Procura di Trani sulle carte di credito revolving, era stata trasferita per competenza territoriale a Roma nel marzo 2010.

Nel provvedimento di archiviazione il gip Figliolia scrive che la richiesta della procura è fondata e che l’atto “presentato dalla difesa di Santoro, dalla stessa qualificato come “memoria difensiva” non può essere ritenuto quale opposizione alla richiesta di archiviazione per due ordini di motivi: da un lato perché Santoro non può ritenersi persona offesa del reato in esame, dall’altro perché detto atto, non contenendo alcuna richiesta di investigazioni suppletive va dichiarato inammissibile”.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Diventa Sostenitore
Articolo Precedente

Mps, procura Siena: “Notizie infondate, indagini per insider trading e aggiotaggio”

prev
Articolo Successivo

Mps, la procura di Roma apre un fascicolo per manipolazione del mercato

next