A maggio si conclude il mandato di Giorgio Napolitano. Sotto traccia, la corsa alla successione è già cominciata. Il suo esito dipenderà in buona parte dai risultati delle prossime elezioni. Dopo la “salita” in politica, il nome di Monti sembra bruciato. La rielezione di Napolitano, data l’età, appare difficile. L’opzione Berlusconi è da ritenersi improbabile, considerati la nuvola di scandali che lo circonda, ma prima di tutto i sondaggi elettorali del centrodestra. Chi sarà dunque il dodicesimo presidente della Repubblica Italiana? “Uomo da marciapiede” ha chiesto ai passanti di Milano di indicare la personalità preferita tra i ‘quirinabili’. Molti vorrebbero finalmente una donna, perché “sarebbe un bel segnale per il Paese”. Emma Bonino rimane tra le più stimate, ma c’è chi non vedrebbe male Rosy Bindi. Tra gli uomini, un nome assai gettonato è quello di Romano Prodi, che potrebbe essere il candidato di prima scelta del centrosinistra. In pole position anche Giuliano Amato, che risulterebbe forse meno ostico al Pdl. Ma più di una voce indica il presidente della Bce Mario Draghi come candidato ideale. Alcuni preferirebbero l’elezione di una personalità della società civile, esterna al sistema della politica professionale. Cultura, autorevolezza, onestà ed equilibrio sono considerati i requisiti fondamentali per la massima carica dello Stato  di Piero Ricca e Niccolò Brindasso
E voi come la pensate? Dite la vostra nei commenti e partecipate al gioco votando la risposta che vi convince di più

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Elezioni, alla fine sarà governo Pd-Monti? Il vox di Ricca

next
Articolo Successivo

Vox più sondaggio: Dopo Ratzinger, quali le priorità per il rinnovamento della Chiesa?

next