Lo Tsunami tour elettorale di Beppe Grillo approda a Siena, in una città scossa dal nuovo scandalo dei derivati del Monte dei Paschi. Il leader dei 5 stelle ne ha per tutti. In primis, per il Partito Democratico: “Siena aveva una banca straordinaria, ma è stata spolpata da un partito politico: il Pd, ex Ds. I responsabili sono loro”. Grillo, che oggi parteciperà all’assemblea degli azionisti di Mps, accusa anche Anna Maria Tarantola, ai tempi vicedirettore della Banca d’Italia: “Questo scandalo è molto più eclatante della Parmalat, dov’era la signora Tarantola, che oggi è presidente della Rai; cos’ha vigilato?”. Parole molto dure anche per Antonio Ingroia e la sua Rivoluzione civile: “I magistrati non dovrebbero candidarsi in politica – ha detto Grillo – se non dopo aver lasciato la professione per tre anni. Ingroia è una civetta; la foglia di fico dietro cui si riciclano i vecchi partiti: comunisti, Italia dei Valori, Verdi. Vuoi vedere che appena entrati in Parlamento si sciolgono? Mi ci gioco le p…e”. Al termine del comizio, un gruppetto di studenti di sinistra ha contestato Grillo per le sue parole sull’antifascismo nel video girato da Casa Pound, diffuso una decina di giorni fa. Ne è nata una zuffa con alcuni sostenitori del Movimento 5 stelle, andata avanti per diversi minuti tra insulti e spintoni di Tommaso Rodano

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Servizio Pubblico, Travaglio: “Crisantulli Fans Club”

next
Articolo Successivo

Mps, Grillo: “Fatto peggio di Tangentopoli, Parmalat e Craxi messi insieme”

next