Incursione video della giornalista de “L’Ultima parola”, Monica Raucci, nella Camera dei deputati. Con una telecamera nascosta, l’inviata del programma di Rai Due scopre una realtà sinora ignota nei meandri del Palazzo di Montecitorio. Il viaggio della Raucci svela, ad esempio, l’esistenza di un’agenzia viaggi dedicata alle trasferte dei deputati e ricorda che i costi per i soggiorni dei parlamentari in questa legislatura ammontano a 26milioni di euro, dei quali 8milioni e mezzo per i rimborsi viaggio. I lussuosi bagni, invece, sono presidiati dai commessi ventiquattro ore su ventiquattro. Quelli per le donne, in particolare, sono dotati di dispenser caricati di profumo Chanel. L’esplorazione della giornalista prosegue fino alla grande sala del “barbiere della Camera”, dotata di marmi e poltroni in pelle: qui anche le donne possono usufruire del servizio con appositi bonus. La scoperta più incredibile riguarda il sistema sanitario: non solo esistono un numero verde di consulenza e un’assistenza domiciliare gratuite, ma le cure mediche per i parlamentari sono completamente rimborsate da una cassa speciale, il “Fondo di solidarietà”. I rimborsi includono voci come la fangoterapia, grotte termali e bagnoterapia, servizi a cui i deputati possono accedere persino con la propria famiglia o col proprio convivente “more-uxorio”. E infatti la Raucci scopre un super-presidio sanitario, che conta un’infermeria, una sala per fisioterapia e cinque studi medici. A questo si aggiunge un’area relax dotata di attrezzi ginnici e saune, presidiata da due commessi. A riguardo sono stati chiesti lumi al Presidente della Camera Fini, che però ha risposto di non saperne nulla. Il giorno dopo quella stanza è stata chiusa  di Gisella Ruccia

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Diffamazione, Malavenda: “Hanno messo i giornalisti contro i direttori dei giornali”

next
Articolo Successivo

Sallusti contro Isabella Ferrari: il giornalista stronca il suo film senza averlo visto

next