Piano 35esimo di Palazzo Lombardia, ufficio del presidente della Regione a Milano. Roberto Formigoni convoca giornalisti e fotografi. “La politica è azione per il bene comune”, è la scritta al neon che li accoglie all’ingresso. Ma di politica il governatore non vuole parlare, niente domande su Alfano o sull’alleanza con la Lega. In agenda c’è la premiazione del suo follower Twitter numero 40mila, Francesco Abbate. E’ lui che si è aggiudicato il ‘ForConcorso’ di cui il governatore cinguetta da un po’ di giorni. Il premio? Il ‘ForMaglione’, disegnato dallo stesso Formigoni, un roseto bianco su sfondo nero ispirato alle opere del pittore Jackson Pollock. Un premio speciale (la ‘ForSciarpa’) va a Barbara Collevecchio, psicologa e blogger de ilfattoquotidiano.it, una delle più assidue a commentare i tweet del presidente, “non in modo benevolo” sottolinea lei prima di chiedere a Formigoni se non abbia proprio intenzione di dimettersi. E alla fine la “sorpresona”: il follower numero 80mila si aggiudicherà la giacca arancione del presidente. “Io sono quello che ha celebrato la bellezza nella politica. Gli stilisti milanesi, li amo alla follia”, commenta il governatore. La politica dei “politici sempre vestiti di grigio”, per il momento, può attendere  di Luigi Franco

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Diventa Sostenitore
Articolo Precedente

Caso Maruccio, Di Pietro: “Dirigente Idv gestore di sale slot? Ho cacciato Palma

prev
Articolo Successivo

Scontri Roma, manifestante racconta: “Colpito alle spalle da agente”. Video e foto

next