“Noi siamo con la città, i sindacati invece stanno con l’Ilva”. Con queste parole alcune centinaia di lavoratori ed esponenti dei comitati cittadini hanno interrotto il comizio finale dopo la manifestazione contro la chiusura dello stabilimento indetta dalle sigle confederali. Quando stava intervenendo dal palco Luigi Angeletti, un Ape car con montato un sound system sopra ha fatto irruzione in piazza della Vittoria. “Avevamo chiesto di leggere un comunicato anche noi – racconta Aldo Ranieri, uno dei contestatori – ma i sindacati non ci hanno fatto nemmeno entrare in piazza” di Lorenzo Galeazzi

Sostieni ilfattoquotidiano.it: se credi nelle nostre battaglie, combatti con noi!

Sostenere ilfattoquotidiano.it vuol dire due cose: permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, gratuito per tutti. Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte per portare avanti insieme le battaglie in cui crediamo con idee, testimonianze e partecipazione. Il tuo contributo è fondamentale. Sostieni ora

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Tabacci (Api): “Mi candido alle primarie e invito Casini a fare lo stesso”

next
Articolo Successivo

Bersani: “Con Di Pietro problema serissimo. Tutto creato da lui”

next