All’ipotesi di cambiare nome al Pdl tornando al vecchio ‘Forza Italia’, il coordinatore nazionale Ignazio La Russa risponde leggendo un tweet che dice arrivargli dall’onorevole Giorgia Meloni. “In Forza Italia non ci vado, alleati siamo stati, sottomessi mai”. Ma secondo l’ex ministro della Difesa non c’è niente di deciso: “L’unica cosa certa è che abbiamo accettato di buon grado la candidatura di Berlusconi”, ha spiegato a margine dell’odierna riunione del Pdl lombardo, “del resto si discuterà, e come nei partiti seri decideremo insieme”  di Franz Baraggino

Oggi in Edicola - Ricevi ogni mattina alle 7.00 le notizie e gli approfondimenti del giorno. Solo per gli abbonati.

ISCRIVITI

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Feltri: “La Minetti si è già dimessa, se non è così vi autorizzo a prendermi in giro”

next
Articolo Successivo

Fondi Ue, guai non solo in Sicilia. La malagestione punisce il Sud

next