Com’era avvenuto a Basiano (Mi) lo scorso 11 giugno, anche ai magazzini Ikea di Piacenza la trattativa sindacale è stata spezzata dall’intervento delle forze dell’ordine.

Verso le 8 di questa mattina, quando era attesa un’ispezione per verificare se quanto denunciato ieri dai lavoratori fosse vero (in particolare per i carichi ai quali sono sottoposti), sono intervenuti polizia e carabinieri in tenuta antisommossa per rimuovere il blocco dei cancelli. Non sono mancati momenti di tensione, visto che i facchini erano pronti a continuare lo sciopero a oltranza, supportati dal sindacato Si Cobas.

Ora i camion hanno ripreso a circolare mentre i lavoratori mantengono un presidio e davanti allo stabilimento si stanno svolgendo comizi e assemblee dalle quali si saprà la nuova strategia che adotteranno per continuare a trattare sui loro diritti.

Il negoziato, nel frattempo, si è arenato sulla rappresentatività dei 200 facchini, per la maggior parte stranieri, che operano nei magazzini della nota multinazionale svedese. Le cooperative, infatti – Cristal, San Martino ed Euroservice – non riconoscono i Si Cobas come interlocutore e vorrebbero trattare solo con Cgil, Cisl e Uil. I facchini, però, sono al 90 per cento iscritti al sindacato intercategoriale. 

di Gianmarco Aimi

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Parma, parla l’ex sindaco Vignali: “Io, capro espiatorio di amici e nemici”

next
Articolo Successivo

Monti domani a Bologna, scatta il divieto di manifestare in centro

next