È andata in scena a Pavia la kermesse dei formattatori del Pdl (non chiamateli rottamatori). Un nutrito gruppo di giovani amministratori e quadri di partito che hanno deciso di riorganizzarsi per chiedere un cambiamento nel Pdl. Un cambiamento che sia in grado di intercettare i voti degli elettori delusi e riportarli all’ovile. Per questo chiedono volti e nomi nuovi. Tuttavia, alla sua prima uscita il movimento dei formattatori ha già dovuto fare i conti con una contestazione. Un altro gruppo di giovani del Pdl (della rete dei patrioti) ha fatto irruzione nella sala dell’Annunciata, con tanto di parrucche bianche in testa, srotolando uno striscione provocatorio: “Formattate i vostri padrini”, accusando gli organizzatori della manifestazione di voler solo cercare una facile eco mediatica, ma di soffrire degli stessi mali di quella vecchia politica che stanno contestando di Alessandro Madron

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Napoli, l’ex meteorina Giovanna Del Giudice conserva l’assessorato in provincia

next
Articolo Successivo

Civati (Pd): “Sulle vacanze Formigoni mente, ma Pdl e Lega non lo molleranno”

next