Un plug-in da installare sul browser per incontrare virtualmente chi naviga contemporaneamente sulla stessa pagina web e discutere dei temi più caldi del momento. Si tratta di TwinPeople che domani, in occasione del World Press Freedom Day darà l’occasione a chi naviga di lanciare un webmob, ovvero un ritrovo online tra utenti su di un specifico sito internet, circoscritto in un lasso di tempo, dove i partecipanti (“twins”) si incontrano condividendo commenti, curiosità e opinioni. E sul Fatto quotidiano.it alle 15 gli utenti collegati potranno fare sentire la loro voce sul tema della libertà di stampa.

Nei prossimi giorni i webmob interesseranno i siti più autorevoli del panorama italiano, “invadendo la rete” anche con la loro collaborazione. Oltre al nostro giornale, domani alle 11 su La Stampa.it si parla della Tav, venerdì alla stessa ora su l’Unità di riforma del lavoro e il Giornale alle 15 apre il dibattito su immigrati e integrazione nelle città italiane. Lunedì 7 maggio segue Repubblica.it sull’Imu e il progetto del governo Monti di proporlo più basso per le coppie di fatto mentre sul Corriere 14 maggio il webmob sarà incentrato sul tema “Cos’altro resta da pagare alla casta?”. Il mercoledì successivo Liberoquotidiano.it ricorda com’era la vita ai tempi della lira, giovedì 17 si celebra la giornata mondiale contro l’omofobia su gay.tv e venerdì 18 maggio la “generazione 1000 euro” è protagonista su repubblicadeglistagisti.it. Infine lunedì 21 i commenti delle amministrative sono su ilmessaggero.it e il giorno seguente su ilfoglio.it il confronto è su tasse ed evasione fiscale.

Ogni utente, però, può organizzare il proprio webmob: grazie a TwinPeople, è possibile accendere la propria voce facendosi promotore di aggregazione, senza bisogno di appoggiarsi a una community di riferimento. Basta scaricare il plug-in, scegliere un tema, stabilire data e luogo – ovvero la pagina web su cui discutere – e invitare i propri twins.  Tutte le informazioni relative al funzionamento e il calendario dettagliato dei webmob saranno disponibili su blog.twinpeople.com.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Diventa Sostenitore
Articolo Precedente

Rai: nuova protesta dei licenziati di Ny, all’asta i beni compreso l’archivio storico

prev
Articolo Successivo

“In Italia stampa più libera dopo le dimissioni di Berlusconi”

next