Un gruppo di europarlamentari ha visitato il cantiere dell’alta velocità a Chiomonte in Valsusa, per osservare lo stato dei lavori. Eva Lichtenberger, europarlamentare austriaca, dice: “Sembra di stare in un sito militare o della polizia, piuttosto che in un cantiere. Non ho visto neanche un segno dell’inizio dei lavori. Nemmeno una buca.”. Anche Gianni Vattimo è d’accordo: “Hanno fatto delle strade e hanno portato l’acqua, ma nessuno segno del tunnel”. Alla fine della visita i deputati europeo si interrogano su come siano stati utilizzati i fondi destinati al tunnel. Lichtenberger: “Questo è un progetto cofinanziato dall’Ue, ma non c’è trasparenza”  di Cosimo Caridi

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Sgarbi: “Ho avuto paura e me ne sono andato. Non sono un missionario”

next
Articolo Successivo

Neve, Mercalli avverte Alemanno: “Cadranno 5-10 centimetri”

next